01 Ottobre 2022

Come coltivare il Glicine

Come coltivare il Glicine in giardino e in vaso

Prima di leggere questa guida su come coltivare il Glicine è doverosa una breve premessa. La Wisteria, comunemente chiamata Glicine, è una pianta originaria dell’Asia e la specie più comune che si trova nei giardini italiani è il Glicine cinese. Si tratta di una pianta rampicante facente parte della famiglia delle leguminose, molto facile da coltivare e con fioriture abbondanti e decorative.

Coltivare il Glicine: principali caratteristiche della pianta

La pianta del Glicine può raggiungere dimensioni notevoli, dalla base infatti si sviluppano molti fusti che con il passare del tempo diventano legnosi e possono arrivare anche fino a 15-20 metri di lunghezza. Le foglie sono piccole, di forma ovale e lievemente ondulate e durante l’autunno-inverno cadono completamente, lasciando in vista solo lo scheletro della pianta.

Come coltivare il Glicine

I fiori sono raggruppati in grandi insiemi penduli, lunghi anche fino a 40 centimetri. La forma delle singole infiorescenze è a capsula, dal tipico colore azzurro, lilla o malva. Tutti i fiori si schiudono nello stesso momento tra il periodo di aprile e maggio.

Irrigazione, concime e cura del Glicine

Il Glicine è una pianta molto forte e di fatto non necessita di particolari cure, cresce bene dal livello del mare fino a oltre mille metri di altitudine. Resiste al gelo, ma alcune gelate tardive, a ridosso del periodo della fioritura, possono mettere a rischio la comparsa dei fiori. Questa pianta preferisce luoghi soleggiati  e, nel caso in cui sia coltivata in luoghi ombreggiati non avrà problemi a crescere. Tuttavia, potrebbe presentare fioriture più scarse e tardive.

Essendo una rampicante, per crescere in maniera controllata, necessita di sostegni abbastanza robusti. L’irrigazione è necessaria solamente durante la prima estate dopo averla piantata e se non sono presenti abbastanza precipitazioni naturali, una volta che la pianta si sarà sviluppata non ha bisogno di essere annaffiata. Occorre effettuare periodiche potature se non si vuole correre il rischio di essere letteralmente invasi dai suoi lunghi fusti. In ultimo, per quanto resistente, il Glicine è sensibile all’attacco degli afidi e del ragnetto rosso.

© A cura di Simone Pifferi
Copyright

Il Giardino Degli Illuminati © 2012-2021 | Exentia srls Via Isonzo, 94 - 04100 - Latina | C.F. e P. Iva 02854870595 | REA LT 204642 | Pec exentiasrls@pec.it Realizzato da SyriusWeb