01 Ottobre 2022

Come coltivare la Lavanda

Come coltivare la Lavanda in giardino e in vaso

Prima di leggere la nostra guida su come coltivare la Lavanda facciamo una piccola premessa. La Lavanda è una pianta erbacea perenne originaria delle regioni mediterranee ed è una delle piante più utilizzate fin dall’antichità per detergere e profumare il corpo. Il nome stesso deriva dal verbo latino “lavare”.

Coltivare la Lavanda: principali caratteristiche della pianta

La Lavanda cresce spontaneamente ma può essere coltivata facilmente anche in giardino e balconi. L’arbusto, basso e legnoso, non supera i cinquanta centimetri di altezza.

Come coltivare la Lavanda

Le foglie sono di forma allungata e di colore grigio-verde e sono attaccate a steli che partono dal fusto. La Lavanda fiorisce ad inizio estate e i suoi fiori sono disposti in spighe e dal tipico colore viola.

Irrigazione, concime e cura della Lavanda

La Lavanda è una pianta piuttosto rustica, è resistente sia al caldo che al freddo, ma teme le gelate. La zona adatta per coltivarla in giardino deve essere sufficientemente soleggiata, poco umida, ventilata e lontana da altre piante che potrebbero limitarne lo sviluppo. La Lavanda non ha bisogno di molta acqua, infatti teme ristagni che potrebbero far marcire le radici, per questo occorre annaffiare regolarmente ma con quantità moderate. Tra marzo e maggio, durante la stagione vegetativa, si può concimare il terreno per ottenere fioriture ancora più abbondanti. Se si coltiva in vaso durante la primavera sarà necessario effettuare un rinvaso con nuovo terreno, e si dovrà posizionare il vaso in un luogo ben soleggiato e ventilato.

La potatura va effettuata esclusivamente alla fine del periodo di fioritura, avendo cura di eliminare le spighe secche e circa i due terzi della Lavanda stessa; vi sembrerà spoglia ma questo è fondamentale per ottenere la pinata sempre più rigogliosa in futuro. Se coltivata nelle sue zone ideali la Lavanda non avrà nessun tipo di problema legato a malattie e parassiti, solamente in posizioni ombreggiate e con umidità nel terreno potrebbe soffrire di marciumi radicali. Per quanto riguarda gli insetti invece, sono pochissimi quelli che si nutrono delle sue foglie e i danni che potrebbero arrecare sono solamente di carattere estetico.

© A cura di Simone Pifferi
Copyright

Il Giardino Degli Illuminati © 2012-2021 | Exentia srls Via Isonzo, 94 - 04100 - Latina | C.F. e P. Iva 02854870595 | REA LT 204642 | Pec exentiasrls@pec.it Realizzato da SyriusWeb