29 Maggio 2022

Franco Battiato, le più belle frasi e citazioni famose

Frasi di Franco Battiato

Francesco Battiato, meglio noto come Franco Battiato, nato a Jonia in provincia di Catania il 23 marzo 1945 e morto a Milo, 18 maggio 2021, è stato un cantautore, compositore, musicista e regista italiano che è riuscito a combinare molti stili differenti rendendo il suo stile unico ed eclettico. Tra quelli adottati dall’autore si possono ritrovare la musica etnica, elettronica e anche l’opera lirica.

Franco Battiato ha cominciato la carriera negli anni sessanta con una musicalità pop passando poi al rock progressivo d’avanguardia per poi tornare al cantautorato.

Frasi di Franco Battiato

Tra i suoi svariati interessi possiamo anche trovare l’esoterismo, la teoretica filosofica, la mistica sufi e la meditazione orientale di cui si può trovare l’influenza nei suoi testi, inoltre si è dedicato anche alla pittura e al cinema.

Nel 2012 diventa Assessore al Turismo, allo Sport e allo Spettacolo presso la Giunta Regionale Siciliana, incarico che venne revocato dopo poco più di quattro mesi per le parole “forti” utilizzate a una conferenza presso il Parlamento Europeo in riferimento alle donne presenti in quella sede.

Battiato è una artista senza peli sulla lingua, capace di entrare nelle questioni, un’ondata sempre nuova e attuale nello scenario della musica italiana.

Luogo e data di nascita: Ionia (CT) – 23 marzo 1945
Luogo e data di morte: Milo CT) – 18 maggio 2021
Nazionalità: italiana
Segno zodiacale: Ariete

Le più belle citazioni e frasi di Franco Battiato sulla vita

Non voglio sentirmi intelligente guardando dei cretini, voglio sentirmi cretino guardando persone intelligenti.

Passa il tempo, sembra che non cambi niente, questa mia generazione vuole nuovi valori e ho già sentito aria di rivoluzione.

Sono per natura un contemplativo. I profumi, l’aria, sono per me come il telecomando che spegne il mondo.

Le più belle citazioni e frasi di Franco Battiato

E guarirai da tutte le malattie, perché sei un essere speciale, ed io, avrò cura di te.

Sono vegetariano convinto da tanti anni, nemmeno ricordo quanti. Già da piccolo rifiutavo la carne, non mi piaceva proprio. […] col passare del tempo essere vegetariani è diventata una necessità esistenziale. Non posso più nutrirmi di qualcosa che è vicino alla sensibilità umana. E un giorno ormai lontano ho capito che la mia era una scelta irreversibile. […] Anche perché vedo i risultati sulla mia salute e sul mio stato mentale. Da quando ho bandito carne e pesce, faccio sogni più belli e so per certo che dipende dal cibo che mangio.

La crisi nell’essere umano è determinante, altrimenti è un’esistenza inutile. Mi sono rifugiato in quella che sia chiama metafisica perché sono uno che crede che gli esseri umani siano immortali.

Quante squallide figure che attraversano il paese, com’è misera la vita negli abusi di potere.

Se un figlio si accorgesse che per casoè nato fra migliaia di occasioni capirebbe tutti i sogni che la vita dàcon gioia ne vivrebbe tutte quante le illusioni.

Organizza la tua mente in nuove dimensioni. Libera il tuo corpo da ataviche oppressioni.

I momenti brutti che ho avuto nella mia vita sono stati solo di natura cosmologica. Una volta durante la notte mi sono alzato, sono venuto in questa stanza e ho guardato in faccia la mia paura, con attenzione, e la crisi si è risolta. Non è facile, perché in quel momento ti senti un essere sbattuto nel nulla, non hai legami con niente. È la notte oscura di San Giovanni della Croce, sofferenze che sembrano insormontabili, insopportabili, e che invece puoi superare in un batter d’occhio. Basta ricordare che siamo impermanenti. Noi pensiamo di essere eterni, questa è la nostra disgrazia. A scuola non c’insegnano a morire; sulla morte invece gli antichi egizi hanno costruito una civiltà.

Però in una stanza vuota la luce si unisce allo spazio, sono una cosa sola, indivisibili.

Peccato che io non sappia volare, ma le oscure cadute nel buio mi hanno insegnato a risalire.

Le più belle citazioni e frasi di Franco Battiato

Ho avuto molte donne in vita mia, e in ogni camera ho lasciato qualche mia energia. Quanti figli dell’amore ho sprecato io, racchiusi in quattro mura, ormai saranno spazzatura.

Vuoto di senso crolla l’Occidente soffocherà per ingordigia e assurda sete di potere e dall’Oriente orde di fanatici.

E ti vengo a cercare, anche solo per vederti o parlare, perché ho bisogno della tua presenza, per capire meglio la mia essenza.

Vivere non è difficile potendo poi rinascere cambierei molte cose, un po’ di leggerezza e di stupidità.

L’uomo è l’animale più domestico e più stupido che c’è.

Dentro di me vivono la mia identica vita dei microrganismi che non sanno  di appartenere al mio corpo… Io a quale corpo appartengo?

Questo secolo oramai alla fine, saturo di parassiti senza dignità, mi spinge solo ad essere migliore con più volontà.

A certe cose ci sono arrivato dopo tanti anni di studi e ricerche, ho avuto delle esperienze. Dopo, reintrodurmi non è stato semplice, facevo fatica a riconoscere gli esseri umani, mentre ero in strada, o sul tram; era strano: non capivo se ero pazzo o un mistico. Ma ho capito che il viaggio su questo pianeta è determinante. Bisogna evadere le regole dell’universo.

Ho attraversato la vita inferiore seguendo linee per moto contrario. Sfruttando per le mie vele flussi di contro corrente.

Cerco un centro di gravità permanente che non mi faccia mai cambiare idea sulle cose sulla gente.

Le più belle citazioni e frasi di Franco Battiato

Ed è in certi sguardi che s’intravede l’infinito.

Cosa credi tudi avermi dato l’amore per un bacio che per sbaglio ti è scappato.

Niente è come sembra, niente è come appare perché niente è reale.

E intanto passa ignaro il vero senso della vita, si cambia amore, idea, umore, per noi che siamo solo di passaggio.

Il mio maestro mi insegnò com’è difficile trovare l’alba dentro l’imbrunire.

Ci crediamo liberi, ma siamo prigionieri che remano su navi inesistenti.

Non hai forza per tentare di cambiare il tuo avvenire per paura di scoprire libertà che non vuoi avere.

L’evoluzione interiore non ha partito. Chi mi vuole da una parte o dall’altra non apprezza la mia musica, e se crede di farlo è per equivoco.

Era magnifico quel tempo, com’era bello, quando eravamo collegati, perfettamente, al luogo e alle persone che avevamo scelto, prima di nascere.

Il Giardino Degli Illuminati © 2012-2021 | Exentia srls Via Isonzo, 94 - 04100 - Latina | C.F. e P. Iva 02854870595 | REA LT 204642 | Pec exentiasrls@pec.it Realizzato da SyriusWeb