18 Agosto 2022

Frasi più belle tratte dal film Schindler’s List

Frasi dal film Schindler’s List

Schindler’s List è un film drammatico del 1993 diretto da Steven Spielberg. Considerato uno dei migliori film della storia del cinema ricevette 7 premi Oscar e 3 Golden Globe.

Frasi dal film Schindler's List

Il film, ispirato al romanzo “La lista di Schindler” di Thomas Keneally, è basato sulla biografia di Oskar Schindler e ripercorre il dramma della Shoa. La storia è ambientata a Cracovia nel 1939, all’inizio della Seconda Guerra Mondiale. Oskar Schindler (Liam Neeson) è un imprenditore tedesco proprietario di una fabbrica che rifornisce di pentole e tegami l’esercito tedesco. Grazie alle sue conoscenze si arricchisce molto e quando iniziano gli sgomberi per condurre gli ebrei nei campi di concentramento egli si attiva per aiutare queste persone.

La situazione peggiora e alla fine, spostando la fabbrica in un’altra zona l’imprenditore si offre di comprare uno ad uno gli operai ebrei che avevano lavorato per lui compilando appunto una lista di nomi. D’ora in poi tenterà in ogni modo possibile e fino all’ultimo spicciolo in suo possesso di salvare quante più vite possibili, ottenendo la riconoscenza dei superstiti del popolo ebreo.

Scopri le frasi più belle del film “Schindler’s List”

La lista è un bene assoluto. La lista è vita. Tutt’intorno, ai suoi margini, c’è l’abisso.
Itzhak Stern

Schindler, diranno… Oskar Schindler ha fatto qualcosa che nessun altro ha mai fatto prima!
Oskar Schindler

Il vero potere non è poter uccidere, ma avere tutti i diritti di farlo, e trattenersi!
Oskar Schindler

Itzhak Stern: Ci saranno altre generazioni per quello che lei ha fatto.
Oskar Schindler: Non ho fatto abbastanza.
Itzhak Stern: Ha fatto tanto, invece.

Chi salva una vita, salva il mondo intero.
Itzhak Stern

Conosci il detto: un’ora di vita è sempre vita?
Chaja Dresner

Oskar Schindler: In nessun modo avrei potuto saperlo prima, ma c’era sempre qualcosa che mancava. In ogni affare che tentavo, ora lo so di certo, non ero io a fallire: c’era qualcosa che mancava. Anche se avessi saputo cos’era, non c’era niente che avrei potuto fare, perché è una cosa che non puoi creare e stabilisce la differenza fondamentale che passa fra successo e fallimento.
Emilie Schindler: La fortuna?
Oskar Schindler: La guerra.

Dopo sei lunghi anni di omicidi, le vittime avranno il cordoglio di tutto il mondo.
Oskar Schindler

Più si conosce Herr Komandant e più si capisce che non esistono regole sicure a cui aggrapparsi. Non puoi dire a te stesso “Se io seguirò queste regole mi metterò in salvo.”
Helen Hirsch

Amon Göth: …mi ha detto un’altra cosa riguardo a lei.
Oskar Schindler: Ah sì? Che cosa?
Amon Göth: Che lei conosce il significato della parola gratitudine. Che non è qualcosa di astratto per lei, come lo è per gli altri.

“Ma qual è la risposta giusta?” è questo che stai pensando. “Cosa vuole sentirsi dire?” La verità, Helen, è sempre la risposta giusta.
Amon Göth

Più si conosce Herr Komandant e più si capisce che non esistono regole sicure a cui aggrapparsi. Non puoi dire a te stesso “Se io seguirò queste regole mi metterò in salvo.”
Helen Hirsch

Dicono che nessuno muore qui. Dicono che la sua fabbrica è un ricovero. Dicono che lei è buono.
Regina Perlman

Frasi dal film Schindler’s List

Oskar Schindler: Conosco le Sue sofferenze, Helene.
Helene Hirsch: Non ha importanza: tanto le ho accettate, ormai.

Avrei potuto avere una persona in più… E non l’ho fatto…
Oskar Schindler

Non dimenticheranno presto il nome Schindler, qui. Te lo posso assicurare. “Oskar Schindler”, diranno. “Tutti qui ce lo ricordiamo bene. Ha fatto qualcosa di straordinario, qualcosa che nessun altro ha mai fatto. È arrivato qui senza niente, con una valigia, ha preso una fabbrica che era in banca rotta e l’ha trasformata in un’importante opificio. Ed è partito con un baule da viaggio. Due bauli da viaggio gonfi di denaro. Tutte le ricchezze del mondo.”
Oskar Schindler

Amon Göth: Non riesco a capirla! Lei vuole veramente questa gente?
Oskar Schindler: Questa gente? Sì, la mia gente. Voglio la mia gente!
Amon Göth: Ma chi si crede di essere, Mosè?

Ho realizzato il mio scopo. Ho più denaro di quanto se ne possa spendere in una vita.
Oskar Schindler

Se in questa fabbrica si producessero granate veramente funzionanti ne sarei molto infelice.
Oskar Schindler

Ho violato le vigenti norme sulla razza sebbene dubito che qualcuno possa indicarmi esattamente quale norma. Ho baciato una ragazza ebrea.
Amon Göth

Il Giardino Degli Illuminati © 2012-2021 | Exentia srls Via Isonzo, 94 - 04100 - Latina | C.F. e P. Iva 02854870595 | REA LT 204642 | Pec exentiasrls@pec.it Realizzato da SyriusWeb