19 gennaio 2018

Fernando Pessoa, le più belle frasi e citazioni famose

Frasi di Fernando Pessoa. Fernando António Nogueira Pessoa (Lisbona, 13 giugno 1888 – Lisbona, 30 novembre 1935) è stato un poeta, scrittore e aforista portoghese. È considerato uno dei maggiori poeti di lingua portoghese, e per il suo valore è comparato a Camões. Il critico letterario Harold Bloom lo definì, accanto a Pablo Neruda, il poeta più rappresentativo del XX secolo. Avendo vissuto la maggior parte della sua giovinezza in Sudafrica, la lingua inglese giocò un ruolo fondamentale nella vita di Fernando Pessoa, tanto che traduceva, lavorava, scriveva, studiava e perfino pensava in inglese. Visse una vita discreta, trovando espressione nel giornalismo, nella pubblicità, nel commercio e, principalmente, nella letteratura, in cui si scompose in varie altre personalità, contrassegnate da diversi eteronimi. La sua figura enigmatica interessa gran parte degli studi sulla sua vita e opera, oltre ad essere il maggior autore della eteronimia. Fernando Pessoa morì a causa di problemi epatici all’età di 47 anni nella stessa città dov’era nato. L’ultima frase che scrisse fu in inglese “I know not what tomorrow will bring”, e si riportano come le sue ultime parole (essendo molto miope) “De-me os meus óculos!” (Datemi i miei occhiali). Fonte Wikipedia.

Le più belle citazioni e frasi di Fernando Pessoa sulla vita

Per quanto ci spogliamo di ciò che abbiamo indossato, non raggiungiamo mai la nudità, perché la nudità è un fenomeno dell’anima, e non un togliersi il vestito.


Siediti al sole. Abdica e sii re di te stesso.


La vita è ciò che facciamo di essa. I viaggi sono i viaggiatori. Ciò che vediamo non è ciò che vediamo, ma ciò che siamo.


Le più belle citazioni e frasi di Fernando Pessoa sulla vita

Vivo sempre nel presente. Non conosco il futuro. Non ho più il passato. L’uno mi pesa come la possibilità di tutto, l’altro come la realtà di nulla. Non ho speranze né nostalgie.


Quello che distingue le persone le une dalle altre è la forza di farcela, o di lasciare che sia il destino a farla a noi.


La letteratura, come tutta l’arte, è la confessione che la vita non basta.


Possiamo vendere il nostro tempo, ma non possiamo ricomprarlo.


Credo che se io fossi un altro oggi sarebbe per me una giornata felice, perché la avvertirei senza pensarci.


Non c’è niente nel mio passato che mi faccia ricordare una cosa con il desiderio inutile di avere di nuovo quella cosa. Non sono mai stato altro che un residuo e un simulacro di me stesso. Il mio passato è ciò che non sono riuscito ad essere.


Non il piacere, non la gloria, non il potere: la libertà, unicamente la libertà.


La vita è un viaggio sperimentale fatto involontariamente.


La morte è la curva della strada, morire è solo non essere visto.


Che cosa so di quel che sarò, io che non so che cosa sono?


Essere poeta non è una mia ambizione. È la mia maniera di stare solo.


Le più belle citazioni e frasi di Fernando Pessoa sulla vita

E se tutti noi fossimo sogni che qualcuno sogna, pensieri che qualcuno pensa?


Cultura non vuol dire leggere molto, nemmeno sapere molto; vuol dire conoscere molto.


Ho fatto naufragio senza tempesta in un mare nel quale si tocca il fondo con i piedi.


Non sono niente, non sarò mai niente, non posso voler essere niente. A parte questo ho dentro di me tutti i sogni del mondo.


L’unico modo di andare d’accordo con la vita è essere in disaccordo con noi stessi.


Costa molto essere sinceri se si è intelligenti. Quanto essere onesti se si è ambiziosi.


L’amore codardo che tutti noi proviamo per la libertà (libertà che, se la conoscessimo, troveremmo strana perché nuova, e la rifiuteremmo) è il vero indizio del peso della nostra schiavitù.


Vivere è morire, perché non abbiamo un giorno in più nella nostra vita senza avere, al contempo, un giorno in meno.


Le più belle citazioni e frasi di Fernando Pessoa sulla vita

Io faccio il mio dovere verso il futuro, che il futuro faccia il suo dovere verso di me.


Dormo quando sogno quello che non c’è; mi sveglio quando sogno quello che può esistere.


Non si ama mai qualcun altro; si ama ciò che c’è di se stessi in lui, o che si crede ci sia.


All’improvviso oggi ho dentro una sensazione assurda e giusta. Ho capito, con una illuminazione segreta, di non essere nessuno. Nessuno, assolutamente nessuno.


Viaggiare? Per viaggiare basta esistere.


Cultura non vuol dire leggere molto, nemmeno sapere molto; vuol dire conoscere molto.


Che gli déi cambino a loro piacimento i miei sogni, ma non il dono di sognare.


Tutto è imperfetto, non c’è tramonto così bello da non poterlo essere di più.


La decadenza è la perdita totale dell’incoscienza; perché l’incoscienza è il fondamento della vita. Il cuore, se potesse pensare, si fermerebbe.


Il Giardino Degli Illuminati © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb