22 gennaio 2018

I luoghi più belli del mondo: Petra (Giordania)

Cosa vedere, come visitare e quando andare a Petra

L’antica città di Petra, dichiarata il 6 dicembre 1985 dall’UNESCO patrimonio dell’Umanità, è ubicata a circa 250 chilometri a sud di Amman, capitale della Giordania e a pochi chilometri dal confine con lo Stato d’Israele a circa 900 metri di quota.

Dominata dal villaggio di Wadi Musa (dove Mosè fece sgorgare acqua dalla roccia) è nascosta tra le montagne di Edom. La “Città Rosa” di Petra deve il suo fascino anche alla sua spettacolare e unica collocazione. Si trova, infatti, in una profonda gola a Est del Wadi Araba. Ovvero, la grande valle che si estende dal Mar Morto fino al Golfo di Aqaba. Il suo nome semitico era Reqem o Raqmu (“la Variopinta”) e venne “riscoperta” dal viaggiatore svizzero Johann Ludwig Burckhardt  nel 1812 dopo oltre 3 secoli di abbandono da parte del mondo occidentale.

Se volete gustare al massimo le bellezze e i sorprendenti colori del paesaggio che avvolge l’antica città di Petra, le ore migliori per la visita sono le prime ore del mattino o il tardo pomeriggio. I periodi dell’anno migliori invece sono aprile-maggio o settembre-ottobre. In questi periodi, infatti, la piovosità è scarsa e le temperature sono gradevoli. Nei periodi invernali le temperature possono scendere notevolmente quindi sarà necessario un abbigliamento adeguato.

Nei periodi estivi invece, nonostante il sito si protetto da pareti rocciose, le temperature possono raggiungere livelli molto elevati. Per questo motivo, se il periodo scelto è giugno-agosto è vivamente consigliata la visita fin dalle primissime ore del mattino. Nell’anno 2007 il sito archeologico di Petra è stato dichiarato una della sette meraviglie del mondo moderno. Inoltre Petra è stata un set cinematografico per i film “Indiana Jones e l’ultima crociata” e “Trasformers2 – La vendetta del Caduto”.

Il Giardino Degli Illuminati © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb