20 Ottobre 2019

Erbe Mediche: Biancospino

I benefici e le proprietà del Biancospino

Il Biancospino, il cui nome scientifico è Crataegus monogyna, appartiene alla famiglia delle rosacee del genere crataegus. Questa elegante pianta produce fiori delicati e molto belli tanto da essere decantati da diversi poeti nel corso dei secoli.

La pianta, molto longeva, cresce spontanea in montagna e in collina. Sono stati trovati alcuni esemplari che hanno raggiunto i 500 anni di età e il 5 metri di altezza. Le foglie sono di un bel verde brillante, lobate, mentre i fiori, che variano dal bianco al rosato, sono riuniti in corimbi e sono delicatamente profumati. I suoi frutti sono drupe dal colore rosso acceso.

Le proprietà del Biancospino

L’olio essenziale ricavato da questa pianta è ricco di tannini, glucidi, vitamina C, acido ossalico, pigmenti, ammine, derivati terpenici, istamina. Viene impiegato come antidiarroico, astringente, diuretico, tonico, febbrifugo, ipotensivo, sedativo e antispasmodico. L’estratto di Biancospino trova impiego anche nel trattamento dell’aterosclerosi: generalmente esplica eccellentemente questa funzione in sinergia con altri estratti.

Come si utilizza il Biancospino

biancospino proprietà e benefici

Della pianta del Biancospino vengono usati i boccioli dei fiori, che vanno raccolti all’inizio della primavera, prima che sboccino. I frutti, invece, vanno raccolti a fine settembre mentre la corteccia verde va raccolta a febbraio.

Per essere correttamente utilizzati, i fiori vengono solitamente essiccati in forni ventilati a temperature medio basse. Questa pianta si può utilizzare anche sotto forma di infuso o come tintura per combattere l’ipertensione, l’insonnia e stati di agitazione.

Fare un bagno con essenza di Biancospino aiuta a rilassarsi mentre i frutti, quasi insapori, non trovano nessuna utilizzazione in cucina. È bene sottolineare che prima di assumere il Biancospino è necessario consultare un medico dati gli effetti che la sua assunzione può provocare a carico del sistema circolatorio. Le foglie possono anche essere usate per lucidare il rame e togliere le macchie di inchiostro o di ruggine dai vestiti.

Il Giardino Degli Illuminati © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb